Petra Tag

Dal ricettario Petra Molino Quaglia le indicazioni per preparare la classica Pizza Margherita. Qui viene utilizzata Petra 3, una farina naturalmente ricca di sali minerali che esaltano il gusto e il sapore del grano. Ingredienti Petra 3 kg 8 Petra 9 kg 2 Lievito di birra gr 20 6 litri acqua Sale gr 300 Olio EVO gr 300 Procedimento 1 - miscelare l'acqua con il lievito; 2 - aggiungere la farina; 3 - impastare per 10 minuti; 4 - aggiungere il sale miscelato con acqua; 5 - impastare per 20 minuti inserendo l’olio a filo. 6 - Farcire con mozzarella e pomodoro. 7 - Infornare. 8 - Sfornare e guarnire con basilico. Tempi e temperature sono fondamentali. Si raccomanda di non lasciare troppo tempo il lievito disciolto in acqua perché si rischia una lisi cellulare e di mantenere la temperatura dell’impasto tra 20°C e 24°C. etra Molino Quaglia le indicazioni per preparare la classica Pizza Margherita. Qui viene utilizzata

Giovedì 30 gennaio 2020 (dalle 10.00 alle 16.00) vi aspettiamo al corso “Tecniche + Ricette Petra” che si terrà presso ICOOK, Via Leopoldo Lucchi, 285 47521 a Cesena (FC). Il corso è a pagamento. Per info sui costi e prenotazioni potete contattare il vostro agente di riferimento, telefonare al 0547/59196 o mandare una mail a info@beabiagetti.it Durante il corso, i partecipanti avranno modo di approfondire con LUCA GIANNINO le seguenti tecniche: - Impasti con cereali diversi. - Il 'fermo-macchina' per controllare l'assorbimento dell'acqua negli impasti ricchi di fibre. - Gestione delle farine con cereali germogliati. SIMONE CALORE, invece, presenterà le seguenti ricette: - Pizza in pala con Petra 1 - Teglia soffice con Petra 1111 e - Pinsa alla romana con Petra 5010 - Pizza in pala con Petraviva 0102

Per ottenere risultati eccellenti sui piccoli lievitati prova PETRA NOVA, la farina di forza (W 390-420) nata dall'esperienza di Molino Quaglia e rivolta ai professionisti della pasticceria. Grano tenero tipo "00", presenta un'elevata capacità di idratazione, sopporta bene le lunghe lievitazioni e tutti gli impasti indiretti che prevedono l’aggiunta di abbondanti quantità di grassi. La composizione di NOVA è studiata per favorire il mantenimento delle caratteristiche tecnologiche e organolettiche del prodotto, sia in fase di stoccaggio a bassa temperatura del prodotto crudo che dopo la cottura. Anche alla prova della catena del freddo, tutti i prodotti conservano più a lungo la loro freschezza e morbidezza.